335.72.918.72 - 333.688.9599

I Fiori di Bach

.

Nel 1930 il dottor Edward Bach scoprì che alcuni fiori possono aiutare l’essere umano a stare meglio. Nella sua ricerca, durata 6 anni, individuò 38 fiori creando i Fiori di Bach.

.

fioridibach CherryPlum   fioridibach Wild Rose

.

Cosa sono

Sono 38 rimedi naturali, estratti direttamente da fiori selvatici che nel loro insieme costituiscono un metodo di cura vibrazionale semplice e naturale.

Sono ricavati dai fiori che vengono raccolti in zone incontaminate, in punti precisi.

I petali dei fiori raccolti sono messi in un recipiente pieno di acqua di fonte del luogo e rimangono al sole per quattro ore. L’acqua filtrata viene messa in boccettine da 10 ml e diluita con del buon brandy. Questi sono le ‘boccettine madre’ o ‘rimedi puri‘ : i Fiori di Bach. Le bacche vengono invece preparate attraverso la cottura in acqua.

.

fiori tutti

.

Come agiscono

Quello che rimane del fiore nell’acqua filtrata in essenza è la “vibrazione energetica” del fiore. Questa vibrazione entra in risonanza con noi. Per questo motivo sono anche chiamati rimedi vibrazionali.

In questo modo i Fiori di Bach stimolano l’individuo nel ritrovare l’ equilibrio interiore, nel riarmonizzare la psiche e la personalità, nel trasformare le emozioni e gli stati d’animo bloccati. Hanno anche la funzione di stimolare le capacità di auto-guarigione e auto-affermazione dell’individuo stesso. Sono rimedi pratici e utilizzabili in varie situazioni.

Quindi come agiscono?

La nostra vita è un continuo susseguirsi di esperienze che seguono un ciclo gestaltico che naturalmente si apre e si chiude. A volte agiamo in queste esperienze senza essere in feed-back con la realtà. Questo crea dei blocchi a livello psichico ed emozionale. Si creano stati d’animo bloccati, dovuti a queste situazioni irrisolte, che portano malessere: ci allontaniamo dal momento presente, rimaniamo legati ad eventi passati o, per fuggire dal nostro sentire, ci proiettiamo nel futuro.

Continuiamo ad agire gli eventi sulla base di un passato che ci condiziona. La nostra vita è inoltre fatta da relazioni che ci permettono di conoscerci, crescere ed evolvere. Ci muoviamo nelle relazioni spinti da quelle emozioni che sono rimaste bloccate in noi e che sono ancora vive creando e mantenendo situazioni che non sono più utili al benessere nostro e di chi ci circonda. Le Gestalt non chiuse sono un blocco.

I Fiori di Bach contengono un messaggio vibrazionale positivo. Questo messaggio stimola in noi le nostre capacità di trasformare le energie bloccate. Cambia la visione dei fatti. Affrontiamo la situazione in modo diverso. Ritorniamo ad essere presenti a ciò che stiamo vivendo, più consapevoli di ciò che ci sta accadendo. Il passato e le emozioni perdono la loro forza e la nostra capacità di vivere il momento presente aumenta. Siamo in grado di chiudere la Gestalt aperta, di completare il ciclo e di lasciar andare ciò che non ci serve più.

.

fioridibach Gentian fioridibach Chicory

.

Come si usano

Una volta individuati i rimedi necessari se ne mettono 2 gocce da ogni rimedio puro in una boccettina da 30 ml pieno di acqua . Si prendono poi 4 gocce per 4 volte al giorno. Almeno ¼ d’ora prima e ½ ora dopo pasti, merende, caffè, tisane, ecc..

.

Edward Bach e la sua storia

Bach nasce nel 24 settembre 1886 a Mosley un villaggio del Galles, in una famiglia borghese.Fin da piccolo si innamora della natura ed in grande sintonia con essa.A sei anni decide di fare il medico e nel 1912 si laurea all’università di Birminghan e poi a Londra. Comincia la professione e i pazienti aumentano ma egli si sente sempre più insoddisfatto dei risultati delle sue cure. È soprattutto insoddisfatto di come la medicina che gli è stata insegnata presti troppa poca attenzione allo studio della personalità degli ammalati, concentrando tutto sul corpo fisico. La medicina tradizionale non lo soddisfa perché cura il sintomo e non il malato.

Tanto più che nota (e questo sarà fondamentale in seguito) come una stessa terapia non sempre cura gli stessi sintomi in ogni paziente; anzi, in una stessa sintomatologia dando lo stesso rimedio, si hanno molti tipi di reazioni diverse. D’altra parte osserva come pazienti con carattere e personalità simile spesso reagiscono allo stesso modo. Insomma la personalità individuale è di gran lunga più importante dei sintomi fisici per la cura della malattia. Si rende conto anche che nei suoi colleghi manca l’attenzione profonda verso i pazienti, la loro personalità, le loro emozioni.

Tutto ciò lo spinge a cercare altri metodi di cura e si avvicina alla Scuola Immunologica; diviene assistente batteriologo nell’Univer-sity College Hospital ove ottiene brillanti risultati di ricerca scientifica .

Ma la sua visione del rapporto medico-malato-malattia lo fa approdare all’omeopatia. Nel 1919 entra nel London Homoeopathic Hospital. Anche alla grande Scuola Hahnemanniana Bach dà un suo importante contributo personale.

Interpretando i suoi lavori di ricerca di batteriologia in chiave omeopatica introduce 7 nuovi importanti nosodi. In sostanza classifica i numerosi batteri intestinali in gruppi a seconda della loro azione fermentativa; ricava cosi sette gruppi di Nosodi conosciuti come i “Nosodi di Bach”.

Nel 1917 gli viene diagnosticato un tumore e tre mesi di vita. Dopo un primo disorientamento… si rituffa nei suoi esperimenti. I tre mesi passarono e il tumore scomparve. Bach capì che la felicità dell’uomo è data dal fatto di sentirsi vivi attraverso uno scopo forte, un grande amore, una passione. Fattori in grado di guarire la malattia e mantenere la salute. Nel 1930 all’età di 43 anni abbandona la sua redditizia attività professionale per dedicare gli ultimi sei anni della sua vita alla ricerca di un metodo di guarigione più semplice e naturale.

Si trasferì nel Galles. Girò moltissimo nelle campagne di questa regione, affinando la sua innata sensibilità. E come un vecchio erborista sentì, provando e riprovando, che alcune piante avevano delle stupende virtù terapeutiche sullo stato d’animo umano. Nella scelta delle piante non tenne conto delle piante velenose e di quelle coltivate. Intuì che alcuni fiori trasmettevano attraverso la rugiada, o l’immersione nell’acqua delle virtù terapeutiche uniche. Scoprì dapprima 12 fiori, che costituirono i primi 12 “guaritori”, così come furono chiamati dallo stesso Bach, e poi tutti gli altri attualmente conosciuti.

.

benessere coi fiori di bach al WWF

.

Iniziò immediatamente a proporre questo suo metodo ai suoi pazienti e sempre più felice della sua scoperta decise che questo metodo doveva essere conosciuto da tutti, e si prodigò enormemente nella sua diffusione. Negli ultimi anni della sua vita ebbe molto da fare per proporre a chiunque di imparare il suo metodo (anche a non medici), tanto che per questo fu accusato molte volte dalla classe medica. Per tutta risposta Bach scrisse che considerava un onore insegnare a chiunque come guarire se stesso, e al termine dei suoi giorni chiese di essere cancellato dall’Ordine dei Medici e di voler essere considerato solo un erborista. Edward Bach morì, felice, il 27 novembre 1936 considerando conclusa la sua missione su questa terra.

.

qualità dei fiori

.

SEDUTE INDIVIDUALI 


sedute individuali

Nelle sedute individuali attraverso il colloquio e il test kiniesologico vengono individuati i rimedi a te necessari per aiutarti a sciogliere i blocchi e a trasformare le emozioni che ti portano nello stato di malessere.

I Fiori attivano un processo interiore di trasformazione degli stati d’animo, delle emozioni e delle paure bloccanti che ci  impediscono di vivere le vita in armonia.
Ti aiutano ad attivare le risorse interiori per gestire la situazione nel modo migliore.

.

  chiama Per appuntamento
Giorgio  335.72391872 – Monica 333.6889599
Contattaci ->

.

WORKSHOP E CORSI DI FORMAZIONE 
.

CORSI DI FORMAZIONE

Se vuoi conoscere  i Fiori di Bach e le loro qualità in modo da poterli usare quotidianamente e in modo autonomo, come desiderava Edward Bach,  puoi partecipare ad un  corso di formazione individuale o gruppo.

Durante il corso ti verranno spiegati i rimedi a livello teorico ed esperienziale e riceverai una dispensa con tutti i fiori.

.

per informazoni
Giorgio  335.72391872 – Monica 333.6889599
Contattaci ->

.

Iscriviti alla mailing list con il form in fondo alla pagina per rimanere aggiornato delle nostre iniziative